IL CASTAGNO
LA RACCOLTA

A maturazione i frutti del castagno cadono a terra generalmente insieme ai ricci già schiusi. L’epoca di maturazione e distacco dipende molto dal decorso stagionale del clima ed è scalare richiedendo anche un mese di tempo. Le operazioni comunemente eseguite sono: la bacchiatura dei rami, la raccolta dei ricci e la diricciatura dei medesimi per estrarne il frutto.

La bacchiatura: questa tecnica, oggi poco praticata, richiedeva abilità da parte degli agricoltori che si arrampicavano sugli alberi con una lunga pertica (inima) e una volta raggiunta la parte più alta della chioma colpivano i ricci con dei colpi secchi provocandone la caduta. Frequenti erano gli incidenti e le cadute dalle piante. Oggi nella maggioranza dei casi si attende che il frutto o i ricci cadano spontaneamente al suolo.

La raccolta: è una operazione molto onerosa in termini di manodopera; i frutti che cadono a terra devono essere raccolti tempestivamente in modo da evitare possibili attacchi fungini che causano gravi perdite di prodotto. Oltre alla raccolta manuale oggi possono venire impiegate, nel caso di impianti specializzati, delle macchine raccoglitrici che aspirano i frutti dal terreno.

La diricciatura: i ricci raccolti e ancora chiusi vengono successivamente “battuti” con il bordo di un grosso rastrello di legno liberando cosi le castagne.